Migliori prestiti con cessione del quinto nelle Marche

I prestiti con la cessione del quito nelle Marche sono ormai molti e quindi per il richiedente non c’è che l’imbarazzo della scelta. Vediamo i più convenienti esaminando il Tan e il Taeg, quindi il costo effettivo annuale e quello globale in modo da avere le idee chiare.

Quando non c’era internet e le finanziarie non disponevano di siti dove poter fare della simulazioni ottenere un prestito era molto complicato, in quanto occorreva necessariamente recarsi in sede e se si viveva nelle Marche ci si doveva accontentare delle banche o delle finanziarie presenti sul territorio. Se si voleva poi un prestito con la cessione del quinto la cosa era ancora più complicata in quanto tra le banche che offrivano prestiti occorreva scegliere quella tra queste che applicava la cessione del quinto. Grazie alla rete ora questo non è più così tanto complicato.

Come trovare il miglior prestito con cessione del quinto nelle Marche

Trovare oggi il miglior prestito con cessione del quinto nelle Marche è ora facile come in ogni atra parte d’Italia, in quanto esistono siti di aggregazione grazie ai quali poter fare dei preventivi online che poi verranno formalizzati telefonicamente o sul sito web della finanziaria scelta.

Una volta trovata la finanziaria che offre il Taeg più conveniente, nonché l’importo a prestito che si desidera, si può fare un ulteriore simulazione sul sito di questa, inserendo l’importo desiderato e i mesi entro i quali si intende restituire la somma. Una vota compilato tutto il form si avrà sotto gli occhi la simulazione in modo da verificare i costi e confrontarli con quelli degli altri preventivi. Sempre direttamente online si può sottoscrivere il contratto di finanziamento, caricando negli appositi form i documenti richiesti.

È doveroso ricordare che per ottenere un prestito con la cessione del quinto occorre essere dipendenti a tempo indeterminato o pensionati. Se si ha un contratto a tempo determinato il prestito non potrà superare la durata del contratto in essere, questo per garantire l’Istituto di Credito per il periodo successivo alla perdita del lavoro.

Se si è dipendenti pubblici o pensionati si può anche richiedere un prestito Inpdap che può essere richiesto direttamente all’amministrazione nella quale si lavora o presso uno degli sportelli Inps sul territorio.

Come funziona la cessione del quinto

Quando si richiede un prestito con la formula della cessione del quinto è bene sapere che si tratta di un finanziamento garantito dallo stipendio che si percepisce ogni mese. Non verranno infatti richieste ulteriori garanzie. Il pagamento delle rate avverrà tramite trattenute sul netto dello stipendio pari al 20% di questo, in pratica con trattenute di un quinto, per questo motivo tale prestito prende il nome di cessione del quinto.

Per garantire l’ente erogante da un possibile licenziamento viene congelato il Tfr e non si può chiedere in prestito più di quanto non si disponga nel Tfr fino ad allora maturato. Tutto questo per garantire la società erogante sul denaro prestato.

Have something to say?

(No worries, we will keep your email safe! Also, make sure you fill in email and name fields before posting a comment.)